Cambia il cuore: Gesù ci rinnova

La parola conversione (che troviamo spesso nella predicazione di Gesù) non è tanto un comando quanto un invito. Dio ci offre l’opportunità di entrare in un orizzonte nuovo, bello e carico di significato! Sono due i movimenti che siamo chiamati ad assecondare: uno dell’intelletto/cuore (dal greco “convertirsi”, cambiare mente, cambiare punti di vista), uno dell’azione (seguire Gesù diventando discepoli e camminando dietro a Lui).
Lasciamo a Gesù il comando della nostra vita, rilassiamoci e permettiamogli di aggiornarci con il software “discepolo 2.0”. Il resto lo scopriremo solo vivendo.
Buona Quaresima.

Don Simone Carosi

La conversione è quindi, prima di tutto un dinamismo del cuore, attirato dallo sguardo di Gesù che ci rivela il nostro peccato ma, anche, ci promette la misericordia di Dio.

#CambiailCuore
Lo slogan che abbiamo scelto per questa tappa ci mostra l’atteggiamento che è al centro di questo cammino quaresimale: la conversione. E’ presente nell’esortazione che Gesù ci rivolge proprio all’inizio di questo tempo: “Convertitevi e credete al Vangelo!” (Prima Domenica di Quaresima)
Convertirsi vuol dire voltarsi, convergere verso una direzione, fissare lo sguardo e l’attenzione su qualcosa o qualcuno. Cos’è che attira il nostro sguardo, oggi? verso chi o cosa dirigiamo il nostro cuore?
Ciò che ci attira è in grado di influenzarci e, in qualche modo, di cambiarci. Quando ci dirigiamo verso qualcosa di nuovo significa che ci apriamo al cambiamento. Volgersi a Gesù vuol dire uniformarsi a lui, significa aprire il cuore al cambiamento che lui può operare in noi.
L’immagine di Gesù che scaccia i venditori dal Tempio di Gerusalemme (Terza Domenica) ci dà lo spunto per introdurre l’importanza di fare scelte consapevoli. Tutti siamo chiamati a scegliere, sia nelle piccole che nelle grandi cose. Il tempo di Quaresima ci offre l’opportunità di scegliere che cosa tenere nella nostra vita e che cosa, invece, è necessario cambiare.
La conversione è quindi, prima di tutto un dinamismo del cuore, attirato dallo sguardo di Gesù che ci rivela il nostro peccato ma, anche, ci promette la misericordia di Dio. (“se Dio è per noi, chi sarà contro di noi? …Dio è colui che giustifica!” - Seconda Domenica)
Bisogna infatti, che Dio dia all’uomo un cuore nuovo. La conversione è anzitutto un’opera della grazia di Dio che fa ritornare a lui i nostri cuori. Dio ci dona la forza di ricominciare (cfr. CCC n. 1432).
Vorremmo quindi accompagnare i bambini e i ragazzi a scoprire che cambiare il cuore, attivare un cammino di conversione, significa credere in Gesù e nella Buona Notizia che lui è venuto a portarci: la misericordia di Dio, che ha la capacità di accogliere le nostre fragilità e di trasformarle, di farci nuovi, se siamo disposti ad aprirci al cambiamento (cfr. sezione attività).
Nel sottotitolo, “Gesù ci rinnova", abbiamo voluto sottolineare il carattere rigenerativo del messaggio salvifico di Gesù. Questo tema ci accompagna in modo particolare nei giorni del Triduo, ovvero nel Passaggio alla Vita Nuova che è la Pasqua: se è vero infatti che incontrare lo sguardo di Gesù ci mette di fronte alle nostre piccolezze, ci rivela i nostri errori, (come accade a Pietro nel Pretorio), è nella Pasqua che tutte le nostre mancanze e le nostre fragilità finiscono, per poter risorgere insieme a Gesù (cfr. sezione Triduo Pasquale).
Aiutiamo dunque i nostri bambini e ragazzi, ma anche i nostri oratori, ad accogliere questo tempo “diverso” come tempo di cambiamento: occasione per guardarci dentro, interrogarci, riconoscere i nostri errori, ma anche occasione per trasformarci, per migliorare, per imparare a guardare con occhi nuovi le persone che incontriamo e il mondo che ci circonda. Sapremo riconoscerli come fratelli, in un mondo che è dono di Dio.

Centro Oratori Romani
Piazza San Giovanni in Laterano 6/A
00184 - Roma

06 69886406
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Oratorio ONLUS
Piazzale delle Belle Arti 2
00196 - Roma

C.F. 97534570581

Iscriviti alla Newsletter:

Copyright 2021 Centro Oratori Romani.

Powerade by Nova Opera